Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: RISULTATI CLASSIFICHE STATISTICHE COPPE DIRETTA

Edizione provinciale di Palermo


Quando il Palermo era protagonista in Serie A

Ci sono stati anni in cui la Serie A contava tra le protagoniste assolute del campionato una squadra spettacolare, sorprendente e maledettamente forte. Una squadra del Sud, spinta da un tifo caldissimo e da calciatori che hanno fatto faville. Stiamo parlando del Palermo, un club che ha fornito tanti calciatori alla Nazionale per i mondiali del 2006.

Tutto parte nell’estate del 2002 quando Zamparini decide di acquistare i rosanero salvandoli dal probabile secondo fallimento della sua storia. In sole due stagioni, e a distanza di 31 anni dell’ultima volta, agguanta la massima serie e da neopromossa raggiunge per la prima volta in assoluto la qualificazione alla Coppa Uefa, cosa che riesce anche nelle due stagioni successive.

Nella stagione 2009/2010, sotto la guida di Delio Rossi, manca per due soli punti la qualificazione alla Champions League, ottenuta dalla Sampdoria, e deve “accontentarsi” dell’Europa League. È probabilmente la miglior stagione della storia rosanero, contraddistinta da diversi traguardi: l’imbattibilità casalinga, il record di 65 punti stagionali, i 59 gol segnati in campionato, eguagliando un record che durava dagli anni ’50, e le 18 vittorie totali.

Ma non è tutto: nella stagione successiva il Palermo si gioca la finale di Coppa Italia perdendo 3-1 contro l’Inter, ma, in virtù del fatto che i neroazzurri sono già qualificati per la prossima Champions League, ottengono il pass per la seconda competizione europea. Oggi, invece, come è possibile vedere collegandosi a questo sito, la situazione è molto diversa, ma il passato del Palermo resta clamorosamente glorioso.

Il Palermo di Guidolin

Uno dei grandi protagonisti di quella squadra era il tecnico Francesco Guidolin, in grado di allestire una squadra che non temeva confronti con nessuno e che si fregiò di numerosi risultati importanti: dal debutto casalingo, il ritorno della Favorita in Serie A, contro il Siena, deciso da Luca Toni, capocannoniere del precedente torneo e fresco di debutto con l'Italia, al pareggio contro l'Inter a San Siro nella seconda giornata, ancora grazie a un gol di Toni. Un Palermo che arriva alla prima sosta del campionato, a metà ottobre, imbattuto e con 9 punti in classifica: seguono i pareggi contro Fiorentina e a Torino, contro la Juventus di Del Piero, Trezeguet e Ibrahimovic. La prima sconfitta arriva solamente alla sesta giornata, in seguito a un doppietta di Mirko Vucinic, seguita però da altri risultati importanti, come i due pareggi contro Roma e Milan e la vittoria a Roma contro la Lazio. La prima parte del torneo per Guidolin e la squadra si chiude al quinto posto, con un piazzamento che varrebbe l'ingresso in Europa.

La media di 33mila spettatori al Renzo Barbera e i 20 gol realizzati da Luca Toni rendono ancora più dolce l'epilogo di un campionato da raccontare ai nipoti, per i tifosi rosanero. Il merito è quello di avere, con un mercato oculato, portato a  casa calciatori importanti come Andrea Barzagli del Chievo, Cristian Zaccardo del Bologna, Simone Barone del Parma e Franco Brienza del Perugia, oltre alla presenza in rosa di gente come Grosso, Corini, Zauli e Toni: cinque di loro si laureeranno campioni del Mondo con l'Italia due anni dopo. 

Luca Toni

Il bomber assoluto del Palermo era Luca Toni, un attaccante formidabile capace di infiammare il Renzo Barbera. Un uomo di area di rigore. Il suo pezzo forte: il colpo di testa.  Acquistato dal Palermo nel 2003 a 26 anni, scende di nuovo di categoria dato che la squadra doveva disputare il campionato di Serie B. Di questo campionato è stato capocannoniere con 30 gol in 45 partite, aiutando i rosanero a essere promossi nella massima categoria; diventa il giocatore più prolifico in una singola stagione. Con i rosanero ha disputato anche la stagione seguente in Serie A, segnando 20 gol in 35 partite e aiutando in maniera determinante la squadra a classificarsi al 6º posto e qualificarsi quindi per la Coppa UEFA. In questa stagione è riuscito a confermarsi anche nella massima serie ed entrare nel giro della Nazionale. L’anno seguente verrà venduto alla Fiorentina, che rappresenterà un ulteriore step prima del grande salto in una big europea, il Bayer Monaco.

Una squadra, dunque, quella del Palermo, capace di incantare in qualsiasi stadio d’Italia e contro qualsiasi avversario. Al Renzo Barbera era difficilissimo giocare in quegli anni, non solo a causa della bontà della squadra rosanero, ma anche grazie al tifo caldissimo assicurato dai supporters siciliani sempre pronti a spingere la propria squadra del cuore verso traguardi inaspettati fino a qualche anno prima e che oggi, allo stato delle cose, sembrano lontanissimi. 

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione il 27/06/2019
Articoli correlati:
 

Altri articoli dalla provincia...



Gaetano Rizzo eletto nuovo Presidente Ussi Sicilia

Cambio al vertice del Comitato Regionale dell'U.S.S.I. Sicilia. L’assemblea elettiva dell’Ussi Sicilia ha eletto per acclamazione all’unanimità per il prossimo quadriennio il giornalista professionista l’acese Gaetano Rizzo Presidente Regionale siciliano dell’Unione Stampa Sportiva Italiana. Il neo eletto Presidente subentra all’uscent...leggi
01/05/2021

A Settembre tornano gli "Award of Football Stars"

Si svolgerà nel mese di Settembre la manifestazione sportiva “Award of Football Stars”. A deciderlo è stato il patron dell’evento Carmelo Licciardello, al termine di un incontro con il suo staff composto da Franco Anastasi, Renato Marletta, Alfredo Scinà, Alessandro Marino, Francesco Sampirisi, Angelo Busetta, Melino Sgroi, Federica Za...leggi
26/04/2021

Il "pullman" del Palermo Calcio" preso a sassate a Messina

Episodio antisportivo è accaduto ieri sera nel Viale Giostra a Messina, in prossimità degli imbarcaderi al “pullman del Palermo” preso a sassate. “Un gesto di violenza inaccettabile, che condanniamo fermamente” ha dichiarato il Presidente della Lega Pro. Il comunicato della Società rosanero:  Il pullm...leggi
17/04/2021

In Sicilia al via il campionato regionale Esport

Il Comitato Regionale Sicilia, in collaborazione con la Lega Nazionale Dilettanti, lancia il primo campionato regionale sperimentale eSport. La partecipazione alla competizione virtuale è gratuita e riservata a tutte le società ...leggi
09/04/2021

Libera, Lega Pro e Palermo Fc: accordo per il nuovo centro sportivo

Unire le forze per combattere la criminalità organizzata e favorire lo sviluppo della cultura della legalità e dell’etica nello sport, in particolare nei confronti delle giovani generazioni. È questo l’obiettivo dell’accordo programmatico firmato tra Libera, Lega Pro e Palermo FC nei terreni in cui nascer&ag...leggi
29/03/2021

Doppietta di Lucca, il Palermo vince (2-1) sul campo della Turris

Seconda vittoria consecutiva per il Palermo che espugna Torre del Greco nella gara infrasettimanale valevole per la venticinquesima giornata del campionato di Serie C-Girone C  superando per 2-1 la compagine locale della Turris, grazie alla doppietta del bomber Lorenzo Lucca.  Una gara che ha visto nella prima mezz’ora un monologo della squadra di Boscag...leggi
17/02/2021

Francesco De Rose: Palermo è vivo, classifica bugiarda

Domenica ha esordito con la maglia rosanero del Palermo nella gara interna contro il Teramo, subentrato al 61’ a Rauti, l’ex centrocampista reggino Francesco De Rose, soprannominato “Ciccio Polpaccio”, nomignolo che risale ai tempi di Cosenza. “Il mio soprannome è nato ai tempi di Cosenza, sono entrati i tifosi in campo, mi hanno visto i...leggi
27/01/2021

Il Presidente del Palermo Dario Mirri nella Commissione riforma Gironi

Il presidente del Palermo Dario Mirri è stato inserito dal Consiglio Direttivo della Lega Pro tra i componenti della neocostituita Commissione di Riforma dei Gironi. Insieme a lui, per il girone C, anche il presidente del Monopoli Alessandro Laricchia, oltre a Michael Gandler (Como) e Andrea Bargagna (Pontedera) per il g...leggi
26/01/2021

Nicola Valente:facciamo autocritica, adesso inizia un nuovo campionato

Nicola Valente, centrocampista del Palermo, intervistato sulle colonne del Corriere dello Sport, ha affermato: "Finora è stato un campionato al di sotto delle nostre possibilità, facciamo autocritica. Ora inizia un nuovo campionato e non possiamo fallire”. “Il nostro punto di forza è la compattezza grazie alla quale abbiamo ...leggi
27/01/2021

Post-gara: Palermo-Teramo con i mister Boscaglia e Paci

Post gara di Palermo – Teramo (1-1) in “mixed zone” nella sala stampo dello Stadio “Barbera” con i due allenatore Roberto Boscaglia (Palermo) e Massimo Paci (Teramo), valevole per la prima giornata di ritorno del campionato di Serie C, al gol del vantaggio ospite di Birlega al 20’ risponde al 30’ il rosanero Lucca. ...leggi
24/01/2021

Il Palermo non va oltre il pari (1-1) con il Teramo. Gol di Lucca

Il Palermo non va oltre il pareggio (1-1) contro un ottimo Teramo passato in vantaggio con Birligea, la reazione palermitana porta al gol Lucca, alla fine è divisione dei punti nella prima gara di ritorno del campionato di Serie C per i ragazzi di mister Boscaglia. Una gara dai due volti, con gli ospiti più vivaci nel primo tempo, ripresa in favor...leggi
24/01/2021

Josè Sorbello candidato alla carica di Presidente AIAC Sicilia

L’ex tecnico di Riposto, Giarre (ai tempi della Serie C), Trecastagni e Modica, all’età di 69 anni ha deciso di candidarsi alla carica di Presidente Regionale dell’Associazione Allenatori Sicilia di calcio. Stiamo parlando di Josè Sorbello. “La scelta di candidarmi nasce da una sollecitazione di diversi gruppi dirigenti provinciali....leggi
20/01/2021

Si è spento il "Pupo" il mediano del Palermo anni '60 Alberto Malavasi

Otto stagioni con la maglia del Palermo, il “Pupo” a soli 21 anni arrivò in Sicilia all’età di 21, un mediano di spessore protagonista della Promozione in Serie nel 1959 e 1961. All’età di 84 anni si è spento Alberto Malavasi, una delle bandiere del Palermo degli anni ’60. L’ex calciatore era malato, ricoverato in una RsA di Villab...leggi
16/01/2021

Il Palermo sconfitto in casa (2-1) dalla Virtus Francavilla

Palermo-Virtus Francavilla, valevole per la 19a giornata del Campionato di Serie C - Girone C, in programma alle ore 12:30 al Renzo Barbera ha visto la vittoria della compagine pugliese che ribalta il risultato, al gol rosanero nel primo tempo di Valente, nella ripresa prima pareggiano con Castorani e poi il super gol di Ciccone.  Per la V...leggi
17/01/2021

Gesto simbolico dei giocatori del Palermo con la scritta "Peter Pan"

Palermo scende in campo nella gara contro la Virtus Francavialla indossando la maglia con la scritta “Peter Pan”.  L’iniziativa di calciatori e Società a sostegno dell’asilo incendiato e di chiunque abbia un sogno da difendere “Solo chi sogna può volare”, diceva Peter Pan. Per questo oggi, nella ...leggi
17/01/2021


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,05088 secondi