Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: RISULTATI CLASSIFICHE STATISTICHE COPPE DIRETTA

Edizione provinciale di Messina


Prima: testata a un avversario, mister "espelle" il proprio attaccante

Squadrito del Furnari caccia dal campo Siracusa reo di aver reagito con una testata ad un fallo di un calciatore della Pro Falcone

Dove non arriva la "legge" arriva il fair play. Minuto 80 di Pro Falcone-Furnari, match della terza giornata del girone C di Prima Categoria. Angelo Siracusa, attaccante ospite, reagisce a un fallo di Andrea Furnari, centrocampista di casa: si gira e colpisce con una testata l’avversario.

Il direttore di gara non vede la reazione e il gioco prosegue senza provvedimenti disciplinari. Ma dalla panchina, l’allenatore del Furnari, Pippo Squadrito, vede la scena e si fionda in campo verso il proprio giocatore trascinandolo via dal campo: "Fuori! Queste cose non le voglio vedere manco dipinte". Il bel gesto non viene però premiato dal direttore di gara che, anzi, espelle Squadrito per aver invaso il terreno di gioco. La gara si chiude con il Furnari in dieci uomini e sconfitto per 1-0.

"Anni di calcio dilettantistico mi hanno insegnato l’educazione e il rispetto per gli avversari", ha raccontato mister Pippo Squatrito. "Vedere un mio giocatore comportarsi così mi ha nauseato, sì, è il termine giusto. A quel punto non ci ho nemmeno pensato troppo su, sono entrato in campo senza permesso e l'ho spedito a fare la doccia. Ho agito di impulso, quasi in trance agonistica, e ho realizzato l'accaduto solo quando ho sentito l'applauso della tribuna avversaria".

Un gesto apprezzato anche dal tecnico avversario, Girolamo Pino. "Il suo gesto è stato bellissimo e ha calmato gli animi. Io stesso sono andato a fine gara dall’arbitro per convincerlo a lasciar perdere la squalifica di Squatrito". Del caso si è occupata anche la Gazzetta dello Sport, a testimonianza della valenza di un tale gesto di fair play.

Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione il 11/10/2016
Articoli correlati:
 

Altri articoli dalla provincia...




Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,06660 secondi