Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI     VIDEO

Calcio Femminile: Ndiongue, Cammarata e Suriano le regine del gol

In cima al podio la calciatrice etnea (25 reti), già acquistata da una società della serie A svizzera. Alle sue spalle l'attaccante del Marsala

Dopo avere incoronato il Femminile Catania, il campionato di serie C consegna lo scettro di regina del gol alla rossoazzurra Marem Ndiongue. L'attaccante etnea (classe 2000) - che dalla prossima stagione giocherà nella serie A svizzera con la maglia del Lucerna - ha vinto la classifica dei capocannonieri con 25 reti. Alle sue spalle si sono piazzate Alessia Cammarata (nella foto) del Femminile Marsala, che ha concluso il campionato a quota 16 reti (senza rigori), e un'altra catanese: Desirè Suriano con 15 gol.

La punta marsalese, che ancora non ha compiuto neppure quindici anni, è stata la rivelazione della stagione appena conclusasi. Da esordiente nella serie C, la giovanissima attaccante ha dimostrato fin da subito un naturale feeling con la porta avversaria. La sua "vittima" preferita è stata lo Scordia, a cui ha rifilato sei gol all'andata e cinque al ritorno. La spensieratezza della giovane età e le sue doti tecniche, forgiate dalle sapienti mani di mister Valeria Anteri, sono stati gli ingredienti del suo exploit. La quattordicenne, il cui piede preferito è il destro, se proseguirà su questa strada è destinata a calcare - in un futuro prossimo - scenari importanti.

Ai piedi del podio si sono piazzate Anna Zappala dell'Aci S. Antonio ed Antonella Sapienza del Femminile Catania, con otto gol. La centravanti della compagine di Armando Drago ha realizzato ben tre doppiette. Subito dopo questo tandem, Benny La Mattina della Ludos con sette centri (uno in più della compagna Emanuela Priolo). Nelle Aquile Calatine la top scorer è stata Vanessa Salonia con sei reti, segue  Marcinnò con cinque. Per lo Scordia solamente tre gol in tutto il campionato: a realizzarle sono state Giulia Lanzalotta e Denise Spada (due gol).

La squadra allenata da mister Scuto è stata una vera e propria cooperativa del gol avendo mandato a segno ben dodici giocatrici diverse (potevano essere addirittura tredici se il portiere Castillejo non avesse fallito un penalty nel match contro lo Scordia). La formazione guidata da Sergio Moschera, invece, si è fermata a undici. Nel complesso ci sono state 53 calciatrici che quest'anno hanno gonfiato almeno una volta la rete avversaria.

In Coppa Sicilia il podio delle bomber è stato occupato interamente dalle giocatrici della Ludos. Sul trono del gol si è seduta Erika Pomara, autrice di 7 reti. Per lei è stata fondamentale la cinquina realizzata nella semifinale di ritorno contro il Femminile Marsala. Dietro l'attaccante diciottenne, Benny La Mattina, con sei gol, e Intravaia e Riccobono, entrambe a quota tre.

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Giovanni Di Salvo il 15/05/2017
Articoli correlati:
Tempo esecuzione pagina: 1,74712 secondi