Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: RISULTATI CLASSIFICHE STATISTICHE COPPE DIRETTA

Calcio Femminile, anche quest'anno niente Torneo delle Regioni

La Lnd Sicilia sceglie ancora una volta di non schierare le ragazze, eppure la squadra sarebbe di alto livello. Ecco la "Rappresentativa che non c'è"

Anche quest'anno le calciatrici siciliane sono rimaste davanti al computer per seguire da spettatrici le gesta delle colleghe delle altre regioni d'Italia, impegnate al Torneo delle Regioni in corso di svolgimento in Trentino. E si tratta del terzo anno consecutivo che la Sicilia non iscrive la rappresentativa di calcio a 11 femminile alla più importante manifestazione della LND. Infatti la sua ultima apparizione risale al 2014, l'ultimo anno di presidenza di Sandro Morgana, quando le giallorosse si fermarono ai quarti di finale perdendo ai calci di rigore contro l'Emilia Romagna. Poi, sotto la gestione dell'attuale presidente Santino Lo Presti, la decisione di non partecipare alle edizioni 2015, 2016 e quindi 2017. Eppure il campionato di serie C quest'anno ha visto ai nastri di partenza sei squadre che sono state in grado di esprimere atlete di buon livello.

Solo per citarne alcune: la capocannoniera Marem Ndiongue della Femminile Catania, che ha già in tasca un contratto con il Fussball Club Luzern Frauen (Serie A svizzera), Emanuela Priolo, centrocampista della Ludos col vizietto del gol, Vanessa La Cava, estremo difensore dell'Aci S. Antonio che mantiene la sua porta inviolata da 460 minuti e l'attaccante della Femminile Marsala Alessia Cammarata, che nonostante la giovane età ha già dimostrato un buon feeling col gol. In un periodo in cui a livello nazionale si spinge tanto per la crescita del calcio femminile, il forfait della Sicilia ha rappresentato un'occasione sprecata per il movimento isolano, che ha grande necessità di rilanciarsi. E questa prestigiosa vetrina poteva rappresentare un passaggio importante perché la selezione che poteva essere schierata probabilmente sarebbe stata in grado di togliersi qualche soddisfazione.

Questa è infatti la Rappresentativa che non c'è:

Portieri: Vanessa La Cava (classe 1995) dell'Aci S. Antonio, Sofia Campanella (classe 1996) della Ludos;

Difensori: Vittoria Campo (classe 1998) e Alessia Incontrera (classe 1998) della Ludos, Luana Pietrini (classe 2001) della Femminile Catania, Federica Cucuzza (classe 1999) e Francesca Abbenante (classe 2000) della Femminile Marsala, Erika Arena (classe 1999) dell'Aci S. Antonio;

Centrocampisti: Emanuela Priolo (classe 2001) della Ludos, Aurora Calanna (classe 98), Desy Di Mauro (classe 1998) e Martina Salvoldi (classe 1999) della Femminile Catania, Carola Gerardi (classe 2000) e Martina Ambrogi (classe 1999) della Femminile Marsala, Nicoletta Di Grazia (classe 1999), Roberta Guagliardo (classe 1997) dell'Aci S. Antonio, Maria Marcinò (Classe 1999) delle Aquile Calatine;

Attaccanti: Marem Ndiongue (classe 2000) e Desirè Suriano (classe 2000) della Femminile Catania, Erika Pomara (classe 1998) della Ludos, Alessia Cammarata (classe 2002) della Femminile Marsala, Anna Zappala (classe 2000) dell'Aci S.Antonio, Federica Zirafi (classe 2001) delle Aquile Calatine.

Come selezionatrice mister Antonella Licciardi, maestro di calcio con la m maiuscola che ha già guidato la rappresentativa nel lontano 1995 (eliminazione al quadrangolare di accesso alla fase finale perdendo dagli 11 m contro le padrone di casa della Puglia) e che sulla panchina della Ludos ha scritto pagine importanti nella storia del calcio femminile siciliano. Un curriculum, quello dell'allenatrice usticese, che negli ultimi tempi è stato un pò dimenticato dagli addetti al settore.

E chi lo sa se queste ragazze, lasciate a casa, avrebbero fatto pure meglio dei colleghi maschi, tutti fuori già al primo turno.

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Giovanni Di Salvo il 13/04/2017
Articoli correlati:
27/06/2019 - Quando il Palermo era protagonista in Serie A
24/05/2019 - La stagione da incubo del Palermo Calcio: che cosa sta succedendo?
31/12/2018 - Siciliaingol sospende le pubblicazioni, arrivederci a presto
02/12/2018 - Serie D, girone I: i risultati della 13esima giornata
23/11/2018 - Serie D: i risultati della dodicesima giornata
18/11/2018 - Serie D: i risultati dell'undicesima giornata
11/11/2018 - Serie D: risultati e classifica della nona giornata
07/11/2018 - Eccellenza: nei quarti di Coppa vincono Marina di Ragusa e Scordia
Tempo esecuzione pagina: 0,12241 secondi