Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Catania


Calcio femminile, Marem Ndiongue giocherà nella serie A svizzera

L'attaccante della Femminile Catania è stata ingaggiata dalla Fussball Club Luzern Frauen. Dirigenti elevetici stregati durante un'amichevole

Dalle falde dell'Etna alle pendici delle Alpi. La giovane promessa rossoazzurra Marem Ndiongue è pronta a fare le valige per andare a giocare in Svizzera.

L'attaccante della Femminile Catania (classe 2000) dalla prossima stagione vestirà infatti la maglia della Fussball Club Luzern Frauen. La squadra elvetica, che dal 2015-2016 milita nella lega nazionale A (massimo livello del campionato svizzero di calcio femminile), ha bruciato la concorrenza bloccando la trequartista di origini senegalesi ma nata e cresciuta a Catania.

Il club svizzero ha svolto il ritiro invernale nella Sicilia orientale (il campionato è fermo da fine ottobre e riprenderà il 12 febbraio) e durante questo periodo ha giocato alcune amichevoli contro formazioni locali. Proprio nell'incontro disputato con le ragazze allenate da Peppe Scuto, la dirigenza biancoblù è rimasta stregata da Marem Ndiongue, tanto che il direttore tecnico Andy Egli nell'arco di pochi giorni ha raggiunto l'accordo per il trasferimento della talentuosa calciatrice etnea.

Marem Ndiongue per diverse stagioni ha vestito la maglia della rappresentativa siciliana under 15 e nell'estate del 2014 ha partecipato allo stage formativo riservato alla under 15, che si è tenuto a Norcia. Poi l'ingresso nella nazionale under 16, dove ha collezionato diverse presenze. Adesso per la diciassettenne catanese giunge questa importante esperienza, sia a livello professionale che di vita, in un paese che negli ultimi tempi ha attratto molte giocatrici italiane.

Basti pensare alla "colonia" del Lugano (Alessia Piazza, Francesca Roncoroni, Francesca Tagini e Carolina Cannone) e a quella del Neunkirch (Valentina Bergamaschi, Martina Gelmetti e Martina Capelli) a cui si aggiunge Sabrina Petriella, centravanti del Fc Staad. D'altronde la Svizzera ormai vanta impianti all’avanguardia, tecnici molto preparati e buoni contratti.

Nel frattempo "l'attaccante con la valigia in mano" continua a regalare gioie ai suoi attuali tifosi perché, proprio nell'anticipo di campionato di serie C giocatosi mercoledì, con una doppietta ha trascinato la Femminile Catania nel successo per 4-3 ottenuto sul campo delle Aquile Calatine.

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Giovanni Di Salvo il 09/02/2017
Articoli correlati:
13/03/2017 - Calcio Femminile, Ludos ed Aci Sant'Antonio ok nei recuperi
12/03/2017 - C5 Femminile, cinquine F24 Messina e Pro Megara
07/03/2017 - Calcio Femminile, Catania tenta la fuga
06/03/2017 - C5 Femminile, colpi esterni di Diana Calcio e Atene
27/02/2017 - Calcio Femminile: l'Aci S.Antonio si sblocca, 5-0 alle Aquile Calatine
20/02/2017 - C Femminile, vittorie rotonde per Femminile Catania e Ludos
19/02/2017 - C5 Femminile, l'Rev P5 Palermo torna a vincere
12/02/2017 - Calcio Femminile, primi tre punti per Catania e Marsala
 

Altri articoli dalla provincia...




Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,96138 secondi