Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: RISULTATI CLASSIFICHE STATISTICHE COPPE

Edizione provinciale di Palermo


Cade a terra dopo un contrasto, calciatore del Bolognetta in coma

Grave infortunio per il 18enne Agostino Calatabiano, ricoverato al "Civico" di Palermo. Ok la prima operazione, ma adesso è nuovamente sotto i ferri

  Scritto da Daniele Ditta il 20/11/2016

Lo scontro aereo con un avversario, la caduta rovinosa, il tremendo impatto di schiena e nuca sul terreno di gioco.

Ecco le sequenze choc dell’infortunio capitato ad Agostino Calatabiano, 18enne calciatore del Bolognetta, durante la partita contro il Villabate, valida per l’undicesima giornata del campionato di Promozione (girone B).

Attimi drammatici vissuti in diretta dal pubblico presente alla partita, sospesa all’89’ dall’arbitro Lupo di Agrigento. Al “Luigi Zarcone” di Villabate calano gelo e silenzio: al campo non c’è l’ambulanza, come invece prevedono i regolamenti, e prima dell’arrivo dei sanitari passano oltre 20 minuti. Un tempo infinito perché il ragazzo resta immobile. Sul posto anche i carabinieri con in testa il comandante Sigismundo Caldareri.

Dopo i primi soccorsi, è corsa folle in ambulanza verso l’ospedale "Civico" di Palermo. Il ragazzo, in coma farmacologico, va d’urgenza sotto i ferri "per ridurre un’emorragia all’altezza del cervelletto". Così racconta Fabio Sanfilippo, allenatore del Bolognetta. L'operazione ha successo, ma Calatabiano rimane sotto osservazione e sottoposto ad ulteriori controlli. "I dottori hanno fermato un flusso di liquido sul lato sinistro del cranio – riferisce mister Sanfilippo –. Dovranno fare lo stesso sul lato destro".

Ovvero una seconda operazione. La notte si trasforma in un calvario per genitori, parenti, amici e compagni di squadra, rimasti accanto ad Agostino. La speranza è ancora viva, tutti però predicano prudenza.

Agostino Calatabiano entrato in campo al 37’ del secondo tempo, in sostituzione del compagno Di Peri, nei pochi minuti giocati ha mostrato grinta e carattere. Adesso sta lottando come un leone per riprendersi da quel terribile contatto per terra, il cui rumore sordo è stato avvertito nitidamente dai tifosi assiepati nei pressi della tribuna. Dovrà vincere la sua partita più importante: quella con la vita.

Print Friendly and PDF
  Scritto da Daniele Ditta il 20/11/2016
Articoli correlati:
29/11/2017 - Coppa Sicilia: i risultati delle gare d'andata del secondo turno
22/10/2017 - Promozione: i risultati della settima giornata
22/10/2017 - Eccellenza: i risultati della settima giornata
02/10/2017 - Seconda Categoria: i calendari, via l'8 ottobre
29/09/2017 - Prima Categoria: i calendari 2017-18
17/09/2017 - Promozione: i risultati della seconda giornata
30/08/2017 - Albatros Lercara: Vassallo è il nuovo mister, ecco i nuovi acquisti
12/08/2017 - Serie D, ecco organico e gironi: otto le siciliane al via
 

Altri articoli dalla provincia...




Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 2,33354 secondi