Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: RISULTATI CLASSIFICHE STATISTICHE COPPE

Edizione provinciale di Ragusa


Promozione D, Vacca si dimette da allenatore della New Team Ragusa

I motivi della scelta sarebbero dovuti alla rottura del feeling con parte dei giocatori e dirigenti. L'addio del tecnico in una lettera densa di emozioni

  Scritto da Daniele Ditta il 28/11/2015

Fabrizio Vacca si dimette da allenatore della New Team Ragusa, formazione che milita nel girone D di Promozione. Per il momento, la squadra è stata affidata al direttore sportivo Massimo Vitale.

Dopo anni di successi - culminati con il record di 21 vittorie consecutive nello scorso campionato di Prima Categoria - Vacca lascia la compagine ragusana perché si sarebbe rotto il feeling con parte dei giocatori e della dirigenza. Già 15 giorni fa il tecnico ibleo aveva presentato le sue dimissioni, che però sono state respinte.

Adesso - con la squadra al sesto posto, in piena corsa playoff - l'addio definitivo, messo nero su bianco in una lettera densa di emozioni. Ecco il testo integrale:

"Oggi per me si chiude un ciclo fondamentale della mia vita calcistica e non saranno queste poche righe a descrivere sette anni di emozioni, soddisfazioni, gioie e amarezze. Pur parlando sempre della famiglia New Team, sapevo benissimo che, essendo un allenatore, il mio destino, prima o poi, sarebbe stato oggetto di discussione. Consapevole che anche nelle migliori famiglie ci sono sempre degli addii".

"Ho sempre fatto tutto in maniera professionale dedicando tutto me stesso alla società e soprattutto ai miei ragazzi, che hanno contributo fortemente nella mia crescita. Ho contribuito in maniera forte a creare, e far crescere, il presente modello New Team al quale ritengo di avere sempre dato sempre un valore aggiunto".

"E' proprio questo il motivo. Già per qualcuno non sono più il valore aggiunto ed, in concomitanza ad altre situazioni, ho pensato e deciso di prendere questa decisione, che può sembrare drastica per chi ha creduto in me e meno per chi ci ha creduto poco".

"Si chiude nella maniera che non mi sarei mai aspettato il mio rapporto con tutti voi. Purtroppo è andata come è andata, ma spero che i rapporti con la dirigenza e con la squadra restino della massima stima. Ogni allenatore sa che non sono neanche i risultati a determinare una rottura, come in questa occasione. Nelle ultime settimane abbiamo fatto tanta fatica, parlato tanto e perso troppi punti, ma ho lasciato la squadra comunque in una posizione di classifica in linea con gli obiettivi che ci eravamo prefissati all'inizio, con partite giocate bene perse o pareggiate sfortunatamente (Nissa, Comiso, Canicattì) e partite non giocate al massimo delle nostre possibilità come Atletico Gela e Licata".

"Ho avvertito in queste settimane la mancanza di situazioni positive che sono sempre state linfa di fiducia nei miei confronti e fonte continua delle 21 vittorie consecutive dello scorso campionato conclusosi con un record regionale che tutti sappiamo. Sono stati questi cambiamenti di atteggiamenti che hanno fatto scaturire questa mia decisione, molto sofferta e presa sempre nel bene della società, dello staff tecnico e della squadra perché tutto ciò per me non significa mollare, ma dare una giusta scossa a chi rispetto all'anno scorso ha cambiato atteggiamento. Già, un atteggiamento che l'anno scorso è stato da record, sempre costruttivo, sempre positivo e mai contenitore di lamentele settimanali".

"Un grande ringraziamento va ai miei collaboratori Carmelo Martorana, Roberto Massari, Lentini Girlando, Corrado Scala, D’Antoni Alessandro, Corallo Rosario. Grazie a Giovanni Vitale, meraviglioso presidente, persona con una sensibilità fuori dal comune, che ha dimostrato nei miei confronti una fiducia incrollabile, anche nei momenti più difficili. Mai dimenticherò il suo essere buon padre di famiglia. Lo rispetto e lo stimo come un figlio può fare con il proprio padre. Grazie al direttore sportivo Massimiliano Vitale, sempre vicino e sempre compagno di gioie e dolori. Lo rispetto e lo stimo come un fratello. Grazie a tutta la dirigenza, a partire dal vicepresidente Iacono Fabiano con a seguito Savasta Daniele, Massari Rosario, Paternò Angelo, Chiaramonte Giulio, Podimani Giuseppe, Corallo Nikki".

"Grazie a tutti i giocatori che ho allenato in questi anni, soprattutto quelli che non hanno mai confuso e mischiato 'l'amicizia con le decisioni tecniche'. Se non ci fossero stati loro, tutto quello che è successo non sarebbe mai potuto accadere. E' stato sempre loro il merito delle vittorie ed è giusto che l'allenatore sia considerato il responsabile delle sconfitte. L’amarezza del momento è tanta, tantissima perché, ripeto, avrei preferito un altro tipo di addio. Insomma, il mio compito l’ho svolto, ma adesso tocca completarlo a qualcun altro".

"Adesso questa storia sembra che abbia scritto la parola fine: non dentro di me, però. Dentro di me non finirà mai. Tutti questi sono pezzi della mia vita che mi hanno emozionato profondamente. E in cui, insieme alla mia famiglia, ho messo tutta la mia anima. Con infinito affetto, Fabrizio Vacca. Forza New Team Ragusa! Sempre nel cuore".

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Daniele Ditta il 28/11/2015
Articoli correlati:
29/11/2017 - Coppa Sicilia: i risultati delle gare d'andata del secondo turno
22/10/2017 - Promozione: i risultati della settima giornata
22/10/2017 - Eccellenza: i risultati della settima giornata
02/10/2017 - Seconda Categoria: i calendari, via l'8 ottobre
29/09/2017 - Prima Categoria: i calendari 2017-18
17/09/2017 - Promozione: i risultati della seconda giornata
30/08/2017 - Albatros Lercara: Vassallo è il nuovo mister, ecco i nuovi acquisti
12/08/2017 - Serie D, ecco organico e gironi: otto le siciliane al via
 

Altri articoli dalla provincia...




Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,62889 secondi