Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: RISULTATI CLASSIFICHE STATISTICHE COPPE DIRETTA

Edizione provinciale di Messina


Orlandina in agonia, parla Mazzullo: "Ecco perché sono andato via..."

"La società - dice l'allenatore - non mi ha pagato. Squadra incompleta, dai dirigenti solo false promesse". Preso un tecnico dalla Terza Categoria

La lenta agonia dell'Orlandina Calcio sembra destinata a continuare e, presumibilmente, non solo sul campo. I paladini giacciono ancora ultimi in classifica nel torneo di Eccellenza B, per di più con zero punti e con una differenza reti pari a -24, e nelle ultime settimane sono rimasti "orfani" del proprio allenatore Santo Mazzullo, a detta della società in malattia. Frattanto Mazzullo è stato rimpiazzato dal giovane tecnico Nicola Ferrara, proveniente dalla Terza Categoria campana.

Mazzullo sostiene di aver lasciato la squadra non per motivi di salute, come asserito dalla dirigenza, ma per la mancata disponibilità dei dirigenti orlandini a retribuirlo.

"La settimana precedente all'inizio del campionato – spiega Mazzullo - l'Orlandina mancava ancora di parecchi elementi. Avevo chiesto 5-6 calciatori di peso per la categoria, che avevo anche contattato. La società non ha potuto tesserarli, asserendo che fossero completamente fuori budget. La rottura, comunque, si è consumata in relazione all'accordo economico. I dirigenti mi hanno messo davanti la possibilità di non presentarne uno in lega, o di ratificarne uno pari a zero euro. Da lì ho chiaramente detto di non essere disposto a restare senza denaro in cambio".

Sugli impegni assunti dalla società, il tecnico precisa: "Non si era discusso di una cifra nello specifico, ma quando il signor Vitale (vicepresidente e factotum della società, ndc) mi ha contattato, ho subito detto che non sarebbe stato nelle mie intenzioni né nelle mia possibilità, lavorare gratis. Lo scorso anno ho deciso di fare un sacrificio, pur avendo consegnato in Lega un accordo col presidente Romagnoli. Sapevo di andare incontro ad una retrocessione, possibilmente senza vedermi corrisposto lo stipendio. Quest'anno doveva essere tutta un'altra cosa. Mi era stato promesso un organico dignitoso che potesse affrontare il campionato di Eccellenza e salvarsi con tranquillità. Questo era ciò che si era pattuito, ma una volta cominciata la programmazione e fatte le prime amichevoli, ho realizzato come la rosa fosse incompleta. Mancava quasi tutta la spina dorsale della squadra, che si sarebbe potuta ricostruire con due difensori centrali, una coppia di centrocampisti ancora centrali e due attaccanti. Nonostante avessi individuato i nomi di questi, non se n'è fatto nulla perché la società non disponeva di alcuna cifra. Abbiamo completato il campionato di serie D dello scorso anno con la testa a quello in corso. Io stesso non sarei stato disponibile a restare, qualora si fosse prefigurato un campionato sulla falsariga di quello precedente".

La dirigenza dell'Orlandina sostiene che Mazzullo abbia lasciato la squadra per motivi di salute. Il diretto interessato però smentisce: "Non è vero che sono impossibilitato ad allenare. Se ho avuto del risentimento ciò è successo dopo le dimissioni. Infatti mi sono sentito tradito, accantonato e questo dopo essermi speso in prima persona per l'Orlandina".

Dopo le dimissioni di Santo Mazzullo, la società contatta Massimo Bontempo, ma non raggiunge l'accordo. A distanza di pochi giorni, siede invece sulla panchina Nicola Ferrara. Giovane tecnico campano, il neo trainer dell'Orlandina ha vinto lo scorso campionato di terza categoria col San Marzano. 

"Sono venuto a conoscenza – dice Mazzullo - dell'avvicinamento a Massimo Bontempo e del tesseramento di Nicola Ferrara solo dai giornali. Bontempo, come me, ha chiesto alla società dei giocatori ed un regolare accordo economico e, ancora come me, non è stato accontentato. Nel frattempo i ragazzi sono rimasti da soli ed ho avuto modo di constatare, nella partita contro lo Sporting Taormina, una totale involuzione da ogni punto di vista. Non so, a questo punto, perché la scelta sia ricaduta sul giovane allenatore campano, ma è una cosa che riguarda esclusivamente la società".

Ferrara avrà chiesto di essere pagato? "Credo – risponde Mazzullo - che un allenatore che abbia calcato i campi della serie D o dell'Eccellenza, non sia disposto ad allenare gratis. Io, inoltre, faccio l'allenatore per mestiere. Non esercito un'altra professione e non posso mettere in difficoltà la mia famiglia, cosa successa lo scorso anno a causa di difficoltà oggettive".  

Lo scorso anno Mazzullo prese in carico l'Orladina solo dopo varie giornate, una volta superate le esperienze di Pasulko, Alacqua e Germano. Ma, stando a delle indiscrezioni estive, doveva essere lui l'allenatore fin da subito. "All'inizio dello scorso anno – ricorda - la società ha commesso sbagli enormi, come ho detto anche al presidente Romagnoli. Sono state sperperate un sacco di risorse, specie nell'ingaggio dei calciatori tedeschi. A occhio e croce, con la cifra spesa in quel breve periodo, si potrebbero disputare due campionati di Eccellenza. Secondo i primi accordi, avrei dovuto allenare io la squadra, ma quando siamo andati in Germania a visionare i nuovi tesserati, il presidente mi ha detto che sarei stato vice del tecnico Pasulko. Poi è arrivato Antonio Alacqua, la società ha cambiato faccia con De Benedictis ed alla fine ho scelto di accompagnare l'Orlandina in questo torneo, col solo scopo di mantenere il titolo. Nonostante tutto non mi pento di ciò che ho fatto".

A causa delle tante vertenze economiche il sodalizio biancazzurro rischia il tracollo. La società è stata infatti condannata a corrispondere spettanze arretrate all'ex allenatore Angelo Galfano ed all'ex capitano Santo Matinella. Questi provvedimenti potrebbero non essere i soli, Mazzullo però non sa cosa pensare. "Sono temi che riguardano la società, personalmente non ne ho contezza", conclude. Di sicuro la telenovela Orlandina non si fermerà qui.

Print Friendly and PDF
  Scritto da Enzo Cartaregia il 27/10/2015
Articoli correlati:
05/10/2018 - Campionati Under 16 e Under 14: ecco l'organico definitivo
30/08/2018 - Coppa Eccellenza, il programma delle gare di ritorno del primo turno
29/08/2018 - Coppa Eccellenza e Promozione: gli squalificati dopo le prime gare
24/08/2018 - Coppa Promozione: si ritira il Cinque Torri Trapani, avanza Balestrate
24/08/2018 - Coppa Italia Eccellenza, orari e campi da gioco dei match d'andata
24/08/2018 - Coppa Italia Promozione, il programma dell'andata del primo turno
14/08/2018 - Torna il calcio ad Agrigento: nasce l'Olimpica Akragas
10/08/2018 - Promozione: nuova società agrigentina al posto dell'Atletico Ribera
 

Altri articoli dalla provincia...



Altri due palermitani per la TreEsse Brolo: ecco Graffagnino e Corrao

Altri due palermitani per la Tre Esse Brolo. La squadra messinese, che milita nel girone C di Prima Categoria, si rinforza con gli acquisti di Piero Graffagnino (22 anni) e Antonio Corrao (36 anni). Che si aggiungono al bomber Alessandro Piazzese, ex Roccapalumba e Castronovo, ed al portiere Salvatore Versaci, già...leggi
13/01/2018

Prima Categoria D: Paternese e Pompei di misura, Valdinisi corsaro

Basta un gol di Castelli alla Paternese per avere la meglio sul Città di Villafranca. Un successo che vale momentaneamente la prima piazza nel girone D di Prima Categoria con 43 punti. In chiave salvezza invece pesante vittoria per il Pompei ai danni della Robur. E' Bonanno ad un minuto dal termine a segnare il gol-partita, con un tiro da ventic...leggi
11/02/2017

Prima Categoria B e C: la Stefanese s'impone sull'Umbertina

Vittoria no stress per la Stefanese contro il fanalino di coda Umbertina. La gara si è chiusa con il risultato di 2-0. Un successo che consente alla Stefanese di portarsi a quota 40 punti, gli stessi del Bagheria (che giocherà domani). In vetta al girone B, il Cefalù con 41 punti.  ...leggi
11/02/2017


Juniores Barcellona: poker del Sant'Agata

Prime gare disputate nella terza giornata del torneo Juniores di Barcellona P.G.  Il Città di S.Agata supera con un sonoro 4-0 la Stefanese. In rete Laudani, Frisenda e Ingrassia con una doppietta. Vittoria a tavolino per il Tortorici contro il Rocca di Caprileone che non si presenta alla sfida in quanto non aveva giocatori sufficienti per prender parte alla trasferta...leggi
25/10/2016

Prima: testata a un avversario, mister "espelle" il proprio attaccante

Dove non arriva la "legge" arriva il fair play. Minuto 80 di Pro Falcone-Furnari, match della terza giornata del girone C di Prima Categoria. Angelo Siracusa, attaccante ospite, reagisce a un fallo di Andrea Furnari, centrocampista di casa: si gira e colpisce con una testata l’avversario. Il direttore di gara non vede la re...leggi
11/10/2016

San Fratello, ultimi colpi di mercato: presi Carbonetto e Galati

L'Asd San Fratello ufficializza il rientro dal prestito dalla Stefanese del calciatore Benedetto Carbonetto, attaccante classe 1992. Il giovane sanfratellano - reduce da un infortunio che lo ha tenuto fuori per quasi tutta la scorsa stagione - dopo un anno in prestito, ha deciso di ripartire con entusiasmo dalla società del proprio paese. ...leggi
18/08/2016

Fusione tra Villafranca e Real Rometta: nasce l'Asd Tirrenica Romevill

Via libera alla fusione tra Città di Villafranca e Real Rometta: nasce una nuova realtà nel panorama calcistico dilettantistico della zona tirrenica del messinese, che prende il nome di Asd Tirrenica Romevill e che militerà nel campionato di Promozione. La fusione tra i due sodalizi è stata r...leggi
18/06/2016

Orlandina: preso il difensore Petullo, lo scorso anno nella B lituana

L'Orlandina si è assicurata fino al termine della stagione le prestazioni del difensore centrale classe '93, Adriano Petullo, originario di Cittiglio (Varese). Il calciatore (1,91m per 84 kg) era stato contattato da diverse squadre dilettantistiche italiane: San Carlo (Promozione ferrarese) Real Milano (Eccellenza lombar...leggi
05/03/2016

Sant'Agata: Carrello convocato nella rappresentativa Lnd under 18

Il ct della rappresentativa nazionale Lnd under 18, Francesco Statuto, ha convocato l'attaccante del Città di Sant'Agata Antonio Carello per il raduno di preselezione che si terrà a Pomezia lunedì e martedì prossimi. Il calciatore messinese, che sta ben impressionando nel campionato di Promozione (gi...leggi
19/01/2016

"Modello L'Iniziativa", Curasì: ''Match analysis nostra forza''

Il girone d’andata de L’Iniziativa, il suo "anomalo" staff tecnico, le nuove competenze a servizio del calcio. Sono questi i temi cari a Roberto Curasì, professione direttore tecnico, che chiude il suo 2015 nel segno della sua attività e dei suoi cavalli di battaglia. Mister, il prossimo 6 gennai...leggi
31/12/2015

Seconda Categoria, recupero girone F: vittoria per l'Atl.Taormina

Nel recupero della quarta giornata del girone F di Seconda Categoria, l'Atletico Taormina batte il Fiumedinisi per 4-2. Con questo successo  l'Atletico Taormina aggancia al quarto posto l'Akron Savoca a quota dieci punti. Per il Fiumedinisi quinta sconfitta in sei gare e penultimo posto, con un solo punto raggranella...leggi
25/11/2015

Sporting Club Messina penalizzato di sei punti

Sei punti di penalizzazione allo Sporting Club Messina per vicende legate al tesseramento di giocatori nella stagione 2012-13. I giudici sportivi hanno appurato, dopo tre anni..., che la società presieduta da Nicola Spano aveva disputato l'allora campionato di Terza categoria con soli due giocatori tesserati.Una irregolarità punita adesso, oltre...leggi
17/11/2015

La Virtus Milazzo torna in vetta al girone D di Prima Categoria

La Virtus Milazzo guadagna la vetta della classifica del girone D di Prima Categoria grazie al successo per 3-0 a tavolino contro il Real Rometta, match sospeso al 35' del secondo tempo lo scorso 31 ottobre sul punteggio di 3-1 per la Virtus. Il Giudice Sportivo ha condannato la squadra di casa perchè "un proprio sostenit...leggi
11/11/2015

Prima Categoria: Atletico Messina-Città di Villafranca 2-1

Vittoria dell'Atletico Messina nel posticipo del girone D di Prima Categoria. La squadra biancazzurra ha battuto in casa il Città di Villafranca per 2-1.Il primo tempo si chiude già sul 2-0, grazie ai gol di Bonanno, al 19', e di Paludetti, su rigore, al 32'. Nella ripresa gli ospiti accorciano le distanze al 26' con R. Pino.Con questi ...leggi
03/11/2015


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,10007 secondi